metraluminium.it
SOCIAL:

Home

Il settore industriale in Italia è uno dei motori trainanti dell’economia della Penisola, in particolare ovviamente nella parte nord del Paese, dato che la maggior parte delle imprese sono localizzate prevalentemente nelle regioni settentrionali, in particolare in Veneto e Lombardia.

Questo garantisce molti posti di lavoro per la popolazione locale, e nel corso del XX e XXI secolo ha portato ad una migrazione di massa delle popolazioni del Meridione alla ricerca di posti di lavoro ben remunerati. Questo indica come nella parte sud del Paese non siano presenti grandi industrie in grado di generare posti di lavoro sufficienti alle necessità della popolazione locale.

Gli aspetti positivi e quelli negativi

Le industrie sono da sempre un catalizzatore di opportunità lavorative, ma allo stesso tempo esistono aspetti negativi correlati alla grande diffusione di questo settore moderno. L’inquinamento è ovviamente l’aspetto da tenere sotto controllo quando si parla di industrie, in particolare nel settore petrolchimico e farmaceutico.

Le acciaierie, le fabbriche che costruiscono auto, le grandi industrie chimiche che producono pitture, solventi, coloranti e tantissimi altri prodotti derivati dal petrolio, sono certamente fra i grandi fattori che portano ad un inquinamento costante sia nell’aria, che ovviamente delle risorse legate alla falda acquifera.

Proprio per questa ragione, una zona come la pianura padana è considerata tra le più inquinata d’Europa. Ovviamente non sono semplicemente le industrie a creare questa contaminazione costante, anche il grande utilizzo di autoveicoli, in particolare camion per il trasporto delle merci provenienti da ogni parte d’Italia in Europa, sono fattori che incrementano in modo significativo il grado di inquinamento in alcune zone d’Italia, particolarmente nella parte settentrionale del Paese.

La più grande industria italiana

I grandi nomi del settore industriale italiano sono – proprio come nell’industria delle slot onlinerinomati a livello mondiale, ma quando si parla di produzione manifatturiera di automobili, il nome della Fiat è sempre sulla bocca di tutti. Si tratta probabilmente dell’unica industria conosciuta universalmente, una delle aziende cardine in grado di creare migliaia di posti di lavoro nel corso degli ultimi 100 anni.

La Fiat è da sempre considerata un’azienda italiana di grande qualità, ma analizzando fin nel dettaglio la storia di questa gloriosa azienda è possibile comprendere come abbia rischiato svariate volte di fallire, e come lo Stato italiano sia intervenuto prepotentemente per cercare di impedire questa drammatica fine. Perché? Semplicemente perché la Fiat garantisce un’infinità di posti di lavoro, e lo Stato non può permettersi di sostenere il costo esorbitante derivante da migliaia di persone prive di lavoro.